L’usura dal sistema all’impero. Crisi, disagio sociale e mafie. Fermo immagine di un cancro silenzioso. Report sulle attività della Fondazione biennio 2015-2016

Un Paese sempre più a rischio usura, e un’usura sempre più affare di mafie. Da un lato precarietà, disagio sociale, ripresa economica lenta, stretta creditizia, che inducono sempre più famiglie nella tentazione/necessità del mercato creditizio illegale. Dall’altro lato le mafie che in questo quadro complessivo di instabilità economica hanno fatto del prestito a strozzo una delle loro attività preminenti, con clan annidati o ramificati negli angoli più impensabili del Paese, a stringere rapporti con segmenti di imprenditoria privata ma anche con pezzi di istituzioni pubbliche e che, pur senza rinunciare alla violenza e agli affari di sempre, riescono ad adattarsi in maniera dinamica alle esigenze dei tessuti economici vitali dei territori in cui operano. E’ quanto emerge dalla relazione alle attività della Fondazione nel biennio 2015-2016.  SCARICA IL REPORT