Fondo antiusura l. 108/96

Fondo antiusura l. 108/96

Il fondo nazionale antiusura, finanziato dal Ministero del Tesoro in base all’art. 15 della legge 108/96, è destinato a famiglie e privati che non hanno più accesso al credito bancario ed è finalizzato al contrasto del fenomeno dell'usura.

Read More

Sostieni impresa

Sostieni impresa

Il Fondo di garanzia per lo sviluppo d’impresa e per l’occupazione giovanile, è stato istituito da Banca Popolare Etica e dalla “Fondazione Antiusura Interesse Uomo” per facilitare l’accesso al credito a favore delle piccole e microimprese capaci di creare occasioni di occupazione e auto-impiego per giovani e per le persone che hanno perso il lavoro.

Read More

CESU

CESU

Frutto di una convenzione tra la Fondazione Interesse Uomo, Banca Popolare Etica e gli Enti locali, nasce il Credito Etico per gli Studenti Universitari (CESU), che consente il finanziamento a studenti universitari già iscritti e che si iscrivono ad una qualunque università legalmente riconosciuta sul territorio nazionale.

Read More

La fondazione a Bruxelles 

Dopo la Carovana Antiusura, la Fondazione riparte per immaginare e realizzare nuovi progetti a sostegno di sovraindebitati e vittime di usura. Questa volta siamo stati a Bruxelles per incontrare alcuni esponenti della Commissione Europea e Mons. Manuel Barrios, segretario generale del Comece- la Commissione degli Episcopati  in Unione Europea. Lavoriamo per un 2020 ricco di nuove iniziative!

 

 

 

 

Tre mesi di Carovana Antiusura: i risultati

Ci eravamo messi in viaggio l’11 settembre da Potenza e siamo tornati a Potenza.
In quel primo appuntamento, alla presenza del Prefetto Anna Paola Porzio, “Commissario del Governo per il coordinamento nazionale delle iniziative antiracket e antiusura” ribadivamo l’importanza di uscire dalle nostre stanze, di incontrare le persone nei luoghi della precarietà e della fragilità sociale, per far conoscere opportunità e strumenti a sostegno delle difficili situazioni economiche, che purtroppo in tanti non conoscono trovandosi così costretti a rivolgersi ai tentacoli velenosi dell’usura.
Ecco perché avevamo deciso di partire in carovana.
Abbiamo chiuso il viaggio, invece, lo scorso 5 dicembre in un Teatro Stabile stracolmo di giovani delle nostre scuole per parlare del demone del gioco d’azzardo con il linguaggio attraente e incisivo del teatro civile dell’Itineraria Teatro e del suo “Gran Casinò. Storie di chi gioca sulla pelle degli altri”, spettacolo di denuncia e di informazione delle tante macerie che purtroppo il gioco d’azzardo sta lasciando per strada e che per molti, per tanti, diventa naturale indotto per finire nell’usura.
In mezzo, tre mesi di carovana non solo in Basilicata ma anche in Calabria e in Campania. 2000 chilometri di strada, con 18 tappe e 10 dibattiti pubblici nei quali confrontandoci con trenta sindaci, due Prefetti, tre Procuratori della Repubblica, sette Vescovi, abbiamo parlato di possibili stili di vita, dell’uso responsabile del denaro, del ruolo del sistema bancario, della responsabilità delle agenzie educative, dalla scuola alla famiglia alla Chiesa stessa, ma anche quale modello di sviluppo perché si rimetta la persona al centro, quali possibili miglioramenti all’attuale normativa antiusura, l’economia criminale e le mani delle mafie sulle tante aziende e attività commerciali in difficoltà.
Di queste tre mesi ci portiamo dietro la ricchezza di tutti questi momenti ma soprattutto i volti, le domande, i dubbi, le paure e le provocazioni delle 1000 persone circa incontrate che ancora una volta ci fanno capire che la strada non è solo il luogo della precarietà e delle fragilità, delle sfide e delle provocazioni, ma soprattutto dell’incontro e dell’ascolto.
E della voglia di individuare sempre percorsi nuovi per sostenere chi non ce la fa.

Gran Casinò- Storie di chi gioca sulla pelle degli altri 

Qualche immagine dell’evento di chiusura della Carovana Antiusura che ci ha visti impegnati in un viaggio di tre mesi in tre Regioni meridionali per riflettere sull’uso consapevole del denaro, per far conoscere le nostre attività e per spiegare le opportunità che la normativa mette a disposizione per sostenere sovraindebitati e vittime di usura.
Per l’ultimo degli appuntamenti non potevamo che toccare il tema del gioco d’azzardo e della ludopatia, lo abbiamo fatto in un modo speciale, con il bellissimo spettacolo della compagnia Itineraria Teatro, Gran Casinò- Storie di chi gioca sulla pelle degli altri.
Un grazie a Itineararia Teatro e agli insegnati e ai ragazzi del Liceo Scientifico Galileo Galilei, all’IIS Eistein-De Lorenzo, all’Ipsia Giorgi e al Liceo delle Scienze Umane Rosa-Gianturco di Potenza!

Ultimo imperdibile appuntamento con la Carovana Antiusura!

Le tante situazioni di forte sovraindebitamento e le tante storie di usura di cui ci facciamo carico quotidianamente, a conferma del fatto che la crisi socio-economica almeno nelle sue conseguenze reali continua a mordere la vita di tanta gente,ci ha convinti nell’uscire dalle nostre stanze, a non aspettare il racconto di quelle sofferenze ma piuttosto andare noi incontro alle necessità delle persone. E’ per questo motivo che da oltre tre mesi abbiamo intrapreso un viaggio che ci ha portati nelle piazze, nelle scuole e nei teatri di tre Regioni Meridionali.
L’abbiamo chiamata Carovana Antiusura perchè nel corso di questo viaggio abbiamo parlato pubblicamente di prevenzione e contrasto al sovraindebitamento e all’usura e distribuito materiale e strumenti utili alla conoscenza di questi fenomeni. La Carovana è stata realizzata in collaborazione con il Ce.St.Ri.M. Onlus, con una serie di Caritas Diocesane e di enti locali con i quali da tempo abbiamo avviato una collaborazione. Siamo arrivati alla tappa conclusiva di questo percorso e per questo abbiamo immaginato un evento che coinvolga, soprattutto, le scuole e che aiuti i ragazzi a riflettere su una delle cause principali del sovraindebitamento: il gioco d’azzardo. Lo faremo attraverso lo spettacolo teatrale “Gran Casinò: storie di chi gioca sulla pelle degli altri”  Compagnia di Teatro Civile Itineraria Teatro,  il prossimo 5 dicembre alle ore 11.00 al Teatro Stabile di Potenza, con il patrocinio dell’amministrazione comunale della città. All’inzio dello spettacolo verranno illustrati i dati e i risultati della Carovana Antiusura.